FLASH


Per vedere questa fantastica foto del Lago Pilato clicca qui

Gli invasi glaciali del sistema del Lago di Pilato sui Monti Sibillini ''si sono completamente asciugati''. La notizia, è stata confermata dal presidente dei Geomorfologi italiani Gilberto Pambianchi, durante un briefing stampa nell'area epicentrale del sisma del 2016. ''Dopo il terremoto - sostiene Pambianchi - i Laghi di Pilato hanno subito un depauperamento della risorsa idrica. Si tratta di laghi di origine glaciale che si trovano a circa 1.900 metri sul livello del mare: attualmente appaiono completamente asciutti per la grande siccità estiva'', che ha comportato ''un deficit idrico pari al 60% rispetto agli anni precedenti''. I Geomorfologi lanciano anche l'allarme per la scomparsa di alcune sorgenti, e sollecitano un monitoraggio della zona del cratere fra Marche e Umbria, finora ''assente''.

Orbite sempre più radenti hanno portato la sonda Cassini a precipitare quest’oggi nell’atmosfera di Saturno. Alle sue spalle una lunga scia luminosa simile a una stella cadente. Termina così la lunga avventura durata 20 anni di una delle missioni più importanti e ambiziose della storia della conquista dello spazio nella quale L’Italia, attraverso l’ASI, ha partecipato congiuntamente con la NASA e l’ESA. Le sue immagini e i dati raccolti hanno fatto riscrivere i libri non solo sul pianeta con gli anelli ma su tutto il Sistema Solare. Dopo sette anni di viaggio e tredici di attività la sonda ha inviato a terra, attraverso la sua grande antenna di 4 metri di diametro progettata e costruita in Italia dalla Thales Alenia Space, una mole di informazioni che terrà occupati gli scienziati per i prossimi anni per scoprire i dati mancanti sulla formazione di Saturno e sui suoi anelli. L’antenna è stata anche una parte integrante di due strumenti che hanno visto l’ASI e l’università italiana protagonisti, il Radar e la Radioscienza.

Per questo weekend avremo a che fare con gli effetti di una nuova perturbazione, la numero 6 del mese. Il weekend vedrà condizioni di tempo localmente ancora perturbato, in particolare nella giornata di sabato nelle regioni centrali tirreniche (in particolare in Toscana, Umbria e Lazio), dove si potrebbero verificare temporali intensi e persistenti. In queste tre regioni, e nelle Marche, è stata infatti diramata dalla Protezione Civile una allerta arancione per rischio idrogeologico e idraulico dovuto alle piogge previste.

A seguito dei risultati delle analisi dell'Arpam, è stata dichiarato nuovamente aperto alla balneazione il litorale nord di Ancona, da Torrette al Passetto. La balneazione era stata peoibita a seguito di uno sversamento di acque reflue fognarie in mare a causa delle intense precipitazioni dei giorni scorsi.

Ad Ancona oggi ci sono 28 gradi di temperatura, cielo coperto, vento da sud-ovest fino a 25-30km/H, visibilità buona e mare mosso. Allerta meteo per le Marche, per temporali anche diffusi e rischio idrogeologico di classe arancione.

E' terminata invece una tempesta geomagnetica durata almeno 36 ore che sta causando problemi non indifferenti alle radiocomunicazioni ad onda corta. La tempesta potrebbe riprendere da un momento all'altro a causa del vento solare molto forte. Sempre una sola regione attiva per sole 13 macchie solari, la radiazione solare a soli 74sfu ancora in discesa rispetto a ieri. Di brillamenti non se ne parla neanche nelle previsioni, lo scudo magnetico della Terra in questo momento è kp3, si prevede ancora al 35 le probabilità di aurore polari quindi anche di tempeste geomagnetiche....

DISCOVERY 2 RADIO / BRUXELLES / 2016@crt.red / 340.666.74.51

TWITTER D2R

6KX COUNTRY (South Caroline)

Visitors Country

Flag Counter

ISS POSITION

   Dove si trova la ISS 

Visitors

Questo sito è fortemente contrario alla caccia

 

GOOGLE ADS 2

LINK Amici

Who is Online

Abbiamo 706 visitatori e nessun utente online

LATEST VIDEO

COUNTER TEST

Utenti
3
Articoli
332
Visite agli articoli
142032

Seguici su Twitter