La gigantesca regione solare AR2673, grande 10 volte la Terra, che agli inizi di settembre ha prodotto i due brillamenti più intensi degli ultimi 11 anni, è tornata visibile: la rotazione della nostra stella fa sì che ora la Regione Attiva sia rivolta verso la Terra. Al momento la regione magneticamente instabile (ora chiamata AR2682) si trova sul margine del disco e di conseguenza, in caso di eventuali eruzioni, le particelle non saranno dirette verso la Terra o solo marginalmente. Le macchie solari sono 36 su due regioni attive da segnalare un brillamento di classe C1 alle 02:34utc, il primo regalo della EX AR2673. Tra stasera e domani, è prevista una tempesta magnetica debole, classe G1 kp4/kp5 l’evento non è collegato alla Regione Attiva ma all’arrivo di una raffica di vento solare, un flusso di particelle emesso dalla nostra stella o piu esattamente dal buco coronale di grandi dimensioni. Al momento lo scudo segna kp2 al 15% le probabilità di brillamenti di classe M.  Giancarlo Marescia, IW6ATQ (Da Keplero in onda su Discovery 2 Radio alle 13:15)